Ristoranti Regionali Cucina DOC

La ricetta del mese

Involtino di trota su crema di cannellini di Sonia Pesenti

Involtino di trota su crema di cannellini. di Sonia Pesenti
Ristorante La Trota – Laxolo di Brembilla – BG

Involtino di trota su crema di cannellini

 

Ingredienti per 4 persone

  • 2 trote fresche
  • 200 gr. di fagioli cannellini
  • 50 gr. di panna
  • 50 gr. di latte
  • una noce di burro
  • un filo di olio
  • un ciuffo di erba cipollina
  • sale e pepe q.b.

 

Procedimento

Sfilettare le trote, aggiungere sale e pepe, infine condirle con un filo di olio; arrotolarle e disporle in una teglia. Cuocere in forno (170°) per 15 minuti.
Lasciare a bagno per una notte i fagioli cannellini, quindi cuocerli in abbondante acqua, ricordando di salare solo verso il termine della cottura.
A cottura ultimata, passarli al setaccio. In un tegame aggiungere il burro, il latte e la panna al passato di fagioli, mescolare fino ad ottenere una purea vellutata. Servire adagiando i filetti di trota sulla crema di cannellini e guarnire con alcuni fili di erba cipollina.

IL TURBANTE DI SALMERINO GRATINATO SU SALSA ALL’AGLIO DOLCE E TOPINAMBUR

Chef Giuseppe Prencipe del ristorante Da Pino – San Michele all’Adige TN

 

Ingredienti per 4 persone

  • 4 filetti di salmerino da 120 gr.
  • 2 pomodori
  • 500 gr. topinambur (o patate)
  • 4 patate viola per guarnire
  • Pan grattato, sale, pepe, olio e prezzemolo q.b.
  • Panna

Procedimento

Sfilettare i salmerini e privarli delle spine e della pelle.
Stendere su un foglio di pellicola e battere leggermente con un batticarne. Condire con sale, pepe e olio. Spolverare con del pan grattato, pomodorini a cubetti e prezzemolo.
Arrotolare per il lungo e mettere in uno stampo di alluminio da porzione e cuocere per 10 minuti a 180° in forno.

Per il topinambur

Pelare il topinambur, tagliare a cubetti e cuocere in acqua salata.

Per la salsa all’aglio dolce

Pelare l’aglio, privarlo dell’anima. Cuocere l’aglio coperto di panna e frullare.

Composizione del piatto

Con un cucchiaio, mettere la salsa all’aglio al centro di un piatto fondo. Adagiare il turbante nel centro, aggiungere intorno i cubetti di topinambur i cubetti già spadellati con un po’ di olio.
Guarnire con delle chips di patate viola e nappare con olio extra vergine di oliva.

Il risotto ricco alla Padovana

Il  risotto ricco alla Padovana dello chef  Angelo Colucci – Hotel Terme Imperial Montegrotto Terme PD

Ingredienti per 4 persone:

300 gr.   di riso
1  lt.    di brodo di gallina
50 gr.    di carne di pollo
50 gr.    di carne di tacchino
50 gr.    di fegatini di pollo
50 gr.    di durelli di pollo
50 gr.    di carne di maiale
50 gr.    di cuore di gallina
50 gr.    di salsiccia
50 gr.    di carota, sedano, cipolla
60 gr.    di piselli
½     bicchiere di olio e.v.o.
1      bicchiere di vino bianco
50 gr.     di grana grattugiato
sale e pepe  q.b.

Procedimento

Tagliare le verdure a cubetti e rosolarle e nell’olio e.v.o. Tagliare a pezzetti i diversi tipi di carne ed aggiungerli alle verdure. Bagnare con il vino bianco e cuocere per 10 minuti circa.

A parte tostare il riso e sfumare con il vino bianco, unire le verdure e la carne, bagnare con il brodo di gallina e completare la cottura. A fiamma spenta mantecare con una noce di burro , il grana grattugiato , aggiustare con sale e pepe.

Sformato di zucca con mousse di cacio e guanciale croccante

Chef Mauro Civiero – Rist. Terrazza Manzotti – Canonica d’Adda BG

Sformato di zucca con mousse di cacio e guanciale croccante

Ingredienti per 4 sformatini:

200 ml di panna
2 uova
40 gr di grana grattugiato
40 gr di pane in cassetta passato al setaccio
200 gr di polpa di zucca
3 gr di rosmarino tritato
sale q.b.

Per la mousse di cacio e guanciale

200 ml di panna
100 gr di pecorino di Pienza stagionato
100 gr di guanciale a fette

Procedimento

In una bastardella sbattere le uova con la panna, il grana, il rosmarino tritato; aggiungere la zucca precedentemente cotta e ridotta in crema,  il pane in casetta passato al setaccio , aggiustare con il sale. Imburrare quattro pirottini di alluminio, spolverarli con il pan grattato e riempirli con il composto di zucca.  Cuocere in forno a 150° per 20 minuti.  Una volta sfornati, lasciateli riposare qualche minuto prima di servire.

In una bastardella montare 100 ml di panna fino a che abbia raggiunto una consistenza compatta.  Alla restante panna unire il pecorino grattugiato e portare ad ebollizione, avendo cura di rimestare continuamente. Una volta raggiunta l’ebollizione, frullare la salsa con il frullatore ad immersione. Fare raffreddare, unire delicatamente la panna precedentemente montata e riposare la mousse in frigorifero per almeno un’ora.

Disporre le fette di guanciale su un piatto da microonde e cuocerle per 2 minuti a 600 W. Se non si dispone del microonde, cuocere il guanciale in forno a 180° per 15 minuti.

 

TRANCIO DI RICCIOLA ALLA LIVORNESE CON PESTO DI OLIVE TAGGIASCHE

Ricetta del ristorante del Hotel I Ginepri – Marina di Castagneto Carducci LI

Ingredienti per 4 persone:

  • 800 gr. Ricciola
  • 500 gr. pomodorini
  • 500 gr. pomodori maturi
  • 2 cipolle rosse
  • 100 gr. olive taggiasche
  • 10 gr. noci
  • 20 gr. pinoli
  • 20 gr. parmigiano
  • Olio extravergine di oliva
  • Prezzemolo e alcune foglie di erba salvia
  • Aglio, peperoncino nella quantita’ desiderata
  • Sale e pepe q.b

Procedimento:

Tagliare la Ricciola in piccoli tranci e metterli sottovuoto con: sale, pepe, foglie di salvia.
Cuocere il sacchetto sottovuoto a 65 gradi vapore, per 8 minuti.

Preparare la salsa Livornese :
tagliare la cipolla rossa a julienne e farla appassire in padella con olio,aglio e peperoncino, metterne da parte la meta’.
Aggiungere in padella i pomodorini e cuocere, aggiustando di sale e pepe. Passare la salsa ottenuta con il passaverdure. In una casseruola mettere la cipolla tenuta da parte e i pomodori, precedentemente pelati e tagliati a pezzi grossolani, aggiungere la salsa e cuocere per cinque minuti.

Preparare il pesto di olive :
Mettere nel cutter le olive taggiasche snocciolate, noci, pinoli, parmigiano, prezzemolo e l’ olio extravergine di oliva. Frullare tutti gli ingredienti fino ad ottenere un pesto piuttosto denso. Mettere in padella la salsa livornese con la Ricciola e cuocere per altri cinque minuti. Impiattare, guarnendo con righe di pesto, una fetta di pane tostato e un ciuffo di prezzemolo