Ristoranti Regionali Cucina Doc

Il piacere di mangiare all’italiana nei Ristoranti Regionali Cucina DOC

Scopri tutti i Ristoranti del gruppo

I ristoratori associati sono imprenditori di solida professionalità che coniugano ricerca e creatività, valorizzano l’arte dell’accoglienza e il piacere per le cose buone e belle.

Entra nella sezione Ristoranti

Nei primi anni settanta dall’intuizione felice dell’editore goloso Roberto D. Maggiano nasce, con l’aggregazione spontanea di alcuni ristoratori lombardi, il gruppo Ristoranti Regionali Cucina DOC che sostiene l’importanza dell’enogastronomia regionale come espressione di cultura e componente importante dell’offerta turistica italiana. Da allora ristoratori e chef di diverse regioni si sono trovati a lavorare in diretta collaborazione, migliorando la loro conoscenza professionale e facendo sì che la buona cucina fosse alla portata di tutti. Dopo oltre quarant’anni di attività il sodalizio si è costituito Associazione No Profit per aggiungere al suo quotidiano “far bene” progetti per “fare del bene”.

Leggi qui il nostro Statuto!


Entra nel Club Amici di Ristoranti Regionali

Ecco l’elenco dei privilegi 2017 :

  • sconto del 10 % sul menù ” à la carte” dei locali presentati nel sito.
  • possibilità di partecipare ai convegni enogastronomici con speciali tariffe alberghiere e  Convivi DOC offerti dall’associazione.
  • possibilità di partecipare a pranzi/cene a tema, presso i locali associati, e ad eventi per la raccolta fondi da devolvere in beneficenza.
  • possibilità di partecipare ad educational enogastronomici, a soggiorni e crociere sociali.  I programmi e i termini di adesione saranno pubblicati nel sito in tempo utile.
Scarica il modulo e iscriviti

I nostri Partner e sostenitori

Ristoranti Regionali Cucina Doc Azienda Agricola Bera

BERA: i vini del Piemonte

La cantina Bera, azienda della famiglia Bera, è situata in Piemonte, nelle Langhe tra Alba e Asti, sulla strada che da Barbaresco e Neive sale verso Neviglie, un angolo di territorio che alla vite è legato da una tradizione che non conosce confini, seppure non lesini anche spazi al bosco dove nasce il tartufo bianco d’Alba.

TRENTINGRANA

La trasformazione del latte riveste grande importanza economica per la provincia di Trento. L’utilizzo del latte rappresenta una componente importante sia dell’economia agricola, sia delle tradizioni socio-culturali della nostra popolazione rurale.

Barone Pizzini

La Franciacorta, vicino al Lago d’Iseo, è il nome del territorio ed al tempo stesso indica anche il metodo di produzione ed il nome del vino, Franciacorta DOCG (Denominazione di Origine Controllata e Garantita). Fondata nel 1870, Barone Pizzini è una delle più antiche aziende vitivinicole della Franciacorta ed è stata la prima a produrre Franciacorta da viticoltura biologica.

Santa Maria la Palma

Non ci sono conti, baroni o marchesi, a Santa Maria la Palma. Ci sono tante famiglie di viticoltori e di contadini. Cinquant’anni fa hanno avuto in assegnazione delle terre incolte, ad Alghero. Non avevano ricchezze di famiglia. Ma braccia forti, schiene dritte, passione, valori. Insieme hanno dissodato, e messo a dimora i ceppi.

Podere Marcampo

L’agriturismo Marcampo è un piccolo casolare, sapientemente ristrutturato da Genuino Del Duca. A pochi chilometri da Volterra, il Podere Marcampo è immerso nella natura incontaminata delle colline Toscane in un oasi di assoluta tranquillità.


News dal gruppo Ristoranti Regionali Cucina DOC

Specialità regionali per “Gola e preghiera” al Carlos V Hotel di Alghero

19 Ottobre 2016 – Italia a tavola Un clima di partecipata convivialità ha caratterizzato le due serate del convegno “Gola e preghiera, i piatti delle festività religiose” che si è svolto nelle accoglienti sale del Carlos V Hotel di Alghero La manifestazione enogastronomica, organizzata dall’associazione culturale Ristoranti Regionali-Cucina Doc con il patrocinio... leggi tutto

Villa Monte Granelli e La Rosetta Charme ed enogastronomia in Umbria

13 Settembre 2016 – Italia a tavola Villa Monte Granelli e La Rosetta Charme ed enogastronomia in Umbria Gubbio (Pg), una delle più belle mete turistiche dell’Umbria, importante centro di epoca romana, ospita nelle sue antiche mura il “quartier generale” del Mencarelli Group: 6 hotel, 4 ristoranti, 2 sedi di catering,... leggi tutto
Italia a Tavola

Italia a Tavola network costituisce oggi la più dinamica e avanzata realtà nel settore dell’informazione per la ristorazione, la filiera agroalimentare e il turismo.


La ricetta del mese, direttamente dai nostri Chef

Carpaccio di cervo leggermente scottato alle erbette con insalatina di finocchi e mostarda di frutti rossi.

Chef Francesco del ristorante La Piazzetta del Sartori’s Hotel – Lavis TN

carpaccio-di-cervo

Ricetta per 4 persone

  • 400 gr di lombetto di cervo
  • 200 gr di finocchio
  • 100 gr di vino moscato
  • 50 gr di mostarda di frutti di bosco
  • b. erbette aromatiche (rosmarino, timo, alloro)
  • b. sale, pepe, ginepro

Preparazione

Rifilare e panare il lombetto, metterlo a marinare leggermente con sale, pepe, ginepro e olio. Dopodiché passarlo in padella calda e rosolare su tutti i lati, mettere da parte la carne e deglassare con vino moscato per ottenere la salsa finale. Prendere la carne, insaporire con le erbette e metterla in un sacchetto sottovuoto, cuocere in un bagno caldo a 54° per un’ora. Affettare finemente il lombetto. A parte preparare un’insalatina di finocchio e mettere al centro del piatto e appoggiarvi sopra il cervo, irrorare con la salsa che avevamo preparato in precedenza accompagnandolo con dei punti di mostarda.